viaggio alla scoperta di Pisa e il suo territorio

la-pieve-di-calci

un lungo viaggio per scoprire la città

Con le guide turistiche Pisa intraprenderemo un lungo viaggio alla scoperta della città di Pisa e del suo territorio.

Impareremo a conoscere meglio le mete classiche della città, ma anche quelle inusuali e vi aiuteremo a capire che a Pisa non si viene solo per vedere la Torre Pendente, ma che ci sono una gamma incredibile di bellezze artistiche e naturali da scoprire sia in città che nelle sue immediate vicinanze.

Le nostre guide turistiche Pisa ci faranno anche conoscere le curiosità e gli eventi che caratterizzano Pisa, e ci faranno venire voglia di vivere direttamente dalla loro voce queste emozioni direttamente sul territorio.

Piazza dei miracoli

Cominceremo questo viaggio dalla meta più classica di Pisa, cioè la Piazza dei Miracoli; abbiamo già conosciuto la storia della celeberrima Torre Pendente, del Battistero e della Cattedrale, ma c’è ancora molto da scoprire.

Oggi quindi le nostre guide turistiche Pisa ci accompagneranno nella visita del Camposanto Monumentale.

Il Camposanto Monumentale è situato al limitare del prato della piazza dei Miracoli, a nord della Cattedrale. Si presenta come una struttura guide turistiche pisa - la cattedralerettangolare lunga e stretta e la sua facciata è caratterizzata da un ordine di arcate cieche, interrotte da 2 portali semplici di cui quello a destra è sormontato da un tabernacolo gotico realizzato da un allievo della scuola di Giovanni Pisano che rappresenta la Vergine con il Bambino e 4 Santi.

La sua costruzione fu avviata nel 1277 da Giovanni di Simone ed era nato proprio per accogliere le spoglie dei Pisani. La terra di sepoltura proveniva dal monte Calvario ed era stata trasportata lì dalle navi Pisane all’inizio del ’200.
I lavori subirono un arresto dopo la sconfitta della Repubblica Marinara di Pisa e ripresero nel 300.

L’interno della struttura ha la forma di una chiostra con arcate a sesto acuto decorate in stile gotico fiorito, al cui centro si trova il prato che accoglie la Terra Santa e i 4 lati sono ornati da 4 cipressi.

In origine i sarcofagi e le tombe più importanti si trovavano sul prato, mentre i 4 bracci laterali accoglievano sepolture più umili. Nell”800, per proteggere quelle opere d’arte di inestimabile valore, tutti si sarcofaghi presenti sul prato furono spostati sotto le logge coperte.

Le pareti esterne furono adornate di numerosi affreschi incentrati sul tema della vita e della morte, di artisti de come il Buffalmacco che ha dipinto il “Trionfo della Morte” e “Il Giudizio Universale”, le storie dei Santi Pisani di Andrea Bonaiuti e tutta la parete nord con gli affreschi di Benozzo Gozzoli sull’Antico Testamento e altri meravigliosi affreschi (alcuni in pessimo stato di conservazione) di Taddeo Gaddi.

Le nostre guide turistiche Pisa vi faranno notare che molti dei sarcofaghi utilizzati per le sepolture di Pisani erano di origine romana, quindi già molto antichi all’epoca stessa del loro riutilizzo all’interno del Camposanto, era infatti usanza seppellire così le personalità di spicco.

Il Camposanto Monumentale subì gravissimi danni durante la Seconda Guerra Mondiale nel 1944, quando a causa dei bombardamenti il tetto in piombo crollò e si fuse danneggiando anche irreparabilmente alcuni dei capolavori contenuti al suo interno.

Guide Turistiche Pisa: scopri i nostri servizi

Volete conoscere meglio questa meraviglia, scoprire di più su quello che contiene e sugli artisti che vi hanno lavorato al loro interno, non esitate a contattare le guide turistiche Pisa per prenotare la vostra visita.

Lascia un commento


Nome*

Email (non sarà pubblicato)*

Website

Il tuo commento*

Invia commento

Copyright © Dandelion by Pexeto